Dolci pasquali, la treccia

La treccia pasquale è un dolce che fa parte della tradizione dell'Europa Centrale.

La Pasqua è la festa che per tradizione portava l'ultima esplosione di abbondanza in attesa delle primizie. Le pietanze pasquali tradizionali sono infatti composte dalla carne di agnelli o capretti maschi nati agli inizi di febbraio, da carne di maiale messa da parte durante la quaresima e dalle uova che con l'avanzare della primavea sono sempre più abbondanti.

 

 

La treccia pasquale è una forma di pane festivo molto ricco di uova, appunto, reso ancora più solenne dalla forma intrecciata. Per Pasqua viene arricchita anche dalle uova colorate, spesso rosse proprio a simboleggiare la passione di Cristo e la vita che rinasce. Nella tradizione popolare infatti il colore rosso, associato al colore del sangue e dunque dell'amore e della vita, spesso accompagna numerosi riti di passaggio, in cui protegge tanto i neonati quanto le spose.

 

 

 

Impastiamo l'impasto per un pane festivo, ad esempio questo:

1 kg di farina,

200 g di zucchero,

200 g di burro,

40 g di lievito di birra,

4 tuorli d'uovo,

2 uova intere,

un cucchiaino di sale,

400 ml di latte,

vaniglia,

la scorza grattuggiata di un limone.

Facciamo sciogliere il lievito in 100 ml di latte e un cucchiaino di zucchero. In un tegame scaldiamo il latte, il burro, lo zucchero, il sale e la vaniglia. Grattuggiamo la scorza del limone nella farina, aggiungiamo il resto degli ingredienti e infine anche il lievito. Lavoriamo bene l'impasto, copriamo con un telo e lasciamo lievitare.

 

 

 

Quindi dividiamo l'impasto a metà, ognuna delle quali va divisa poi in tre panetti  (o anche di più, se siamo capaci di fare delle trecce più articolate) e tiriamo formando tre bastoni lunghi. Quindi passiamo a intrecciarli lasciando all'inizio un anello dove appoggiare l'uovo. Se non desiderate cuocere nuovamente un uovo sodo al forno (rendendolo molto inappetibile), provate ad appoggiare nell'anello mezzo guscio d'uovo, in modo da formare lo spazio per un uovo sodo. Piccolo inconveniente - il secondo uovo poi non starà attaccato alla treccia e dovrete fare attenzione a non "perderlo". Per rendere la treccia ben lucente spalmiamo la superficie con del tuorlo d'uovo prima di metterla nel forno. Scaldiamo il forno a 200°C e inforniamo per circa 40 - 60 minuti in tutto. Quando la treccia è ben gialla, abbassiamo la temperatura a 160°C e proseguiamo finché diventa come quella in foto o anche un po' più marrone.

 

 

 

I nostri giorni sono fitti d'impegni e spesso ripieghiamo sui prodotti industriali. La treccia è ideale da tostare a colazione e vi risparmierà tanti additivi e conservanti. E non temete, anche la forma non è difficile da realizzare e sa tanto di festa!

FOTO: KB

CasaTrend
28. mar 2012

Collegamenti


La potizza alle noci

Il tortino alle uova sode

I colori naturali per le uova pasquali

La Primavera 2012 di Casa e Trend

La tavola pasquale pastello e le uova decorate con sagome e silhouette

La gallina in tessuto per le decorazioni pasquali

Album

Camere da letto
Porte e ingressi
Giardini
Decorazioni fai da te
Spazi di lavoro
Cucine
Soggiorni
Camerette
Bagni

Articoli

Trend
Racconti per immagini
Idee fai da te
Architettura
Soluzioni
Foto fai da te
Abbiamo letto per voi
Casa e dintorni
Free prints

Concorso a premi

Ultimo
Archivio
Condizioni

Utenti

I più attivi
Gli utenti che hanno commentato di più


Accedi

Pubblicità

Prezzi
Offerta
Widgets
Media

Contatti

Note legali
RSS
© Copyright
Google+